Porticato Gaetano

Porticato Gaetano

Vai alle news sul Porticato >>>

Scarica il regolamento e la scheda di partecipazione della XXIX edizione 2017 >>>

Il Porticato nasce ufficialmente nell’agosto del 1958 a compimento di un percorso artistico locale partito agli inizi degli anni Cinquanta quando Gaeta, nell’affannoso tentativo di rialzarsi dalle macerie procurate dal secondo conflitto mondiale, esprime, anche nel campo dell’arte figurativa, un fermento interessante entro il quale si mettono in luce diversi artisti.  Al decano della pittura gaetana Saturno Bartolomei, validissimo epigono della scuola napoletana, si affianca una nuova generazione di pittori tra cui Ranucci, Macera e Mario Lieto, ed i più giovani Mimino Nardella, Armando Lieto, Domenico Favi, Cosmo Gataleta, Nicolina Di Ciaccio cui si aggiunge ben presto Manlio Alfieri proveniente da Tarquinia. Questi artisti costituiscono intorno alla metà del decennio il circolo “Amici dell’Arte” intitolandolo al collega Mario Lieto, da pochi mesi scomparso prematuramente. Il Circolo è punto di riferimento e di dibattito artistico stimolante attorno al quale si consolida e si ampia il gruppo  dei pittori gaetani che riesce a rendere Gaeta un polo pittorico ben definito nell’ambito del Territorio pontino e che non sfugge all’attenzione degli addetti ai lavori e in particolare di Domenico Purificato che in quegli anni sceglie la cittadina tirrenica come meta di vacanze e sede di lavoro.

I tempi sono maturi perché Gaeta ospiti una rassegna di pittura che metta in vetrina il lavoro dei suoi pittori. Lo intuiscono Pasquale Di Ciaccio e Nicola Magliocca, rispettivamente Presidente e Segretario della Pro-Gaeta e infaticabili difensori e valorizzatori dell’immagine della propria città.

Soprattutto grazie all’intraprendenza di Nicola Magliocca, con la entusiastica collaborazione degli stessi pittori del circolo “Amici dell’Arte” e la diretta e autorevole partecipazione di Domenico Purificato non solo nella giuria, nasce il Porticato Gaetano, rassegna di pittura così chiamata per il luogo che accoglie la mostra: il porticato della scuola elementare Virgilio.

E’ un allestimento semplice ma la qualità delle opere è sicuramente confortante. Il pubblico gaetano, per la prima volta nel dopoguerra può ammirare tante opere insieme, molte delle quali dalle forme non certo consuete, lontane in ogni caso dalla cultura visiva locale ancorata alla pittura tardottocentesca napoletana.

Il successo della prima edizione, vinta da Tommaso Macera, soprattutto per la sua già brillante carriera, conferisce entusiasmo e forza all’ambiente per ripetersi negli anni. Di edizioni se ne susseguono nove e nel frattempo la rassegna, originariamente riservata ai soli artisti locali, diventa provinciale e poi interprovinciale, con la presenza dei maggiori pittori del Basso Lazio. Purificato rimane vicino alla manifestazione e nella giuria di selezione e premiazione con lui negli anni si alternano personaggi come Franco Gentilini, Giuseppe Sciortino, Carlo Bernari, Franco Miele, Giancarlo Isola, Maria Pia Aguglia, Manlio Sarra, Mario Costa, Giorgio Della Bella. Dal punto di vista qualitativo le prime edizioni, per i pittori gaetani, sono quelle più convincenti e dai contenuti più interessanti, poi, in parte per interessi di un mercato locale che non è disposto alle “astruserie moderne”, in parte per la linea di gradimento delle giurie condizionate dalla personalità di Purificato e dagli stessi Alfieri e Ranucci che del gruppo sono i maggiori punti di riferimento per età e per esperienza, tarpano la smania di aggiornamento e ricerca dei più giovani.

Nel 1966 si tiene l’ultima edizione del periodo storico del Porticato; in pratica si esaurisce l’entusiasmo collettivo, gli stimoli degli organizzatori si affievoliscono e lo spirito di gruppo dei pittori-promotori gaetani viene a mancare. Né l’Amministrazione comunale, fino allora ente patrocinatore con la Pro-Gaeta, si prodiga per scongiurarne la chiusura.

Ciò nonostante l’esperienza vissuta è senz’altro positiva per l’affermazione dell’Arte figurativa e per dare spazio a tanti giovani artisti che in quel periodo muovono i loro primi passi e per generare dibattito artistico ed anche per suscitare l’eterno ma vitale scontro tra generazioni per il cammino dell’arte.

Nel 1991, dopo ben venticinque anni, è l’Assessore alla Cultura, Domenico Spagone, a rispolverare dall’oblio la manifestazione quasi dimenticata. Con la collaborazione di Cosmo Cinisomo e Elio Saba e del critico d’arte Angelo Calabrese organizza la X Edizione del Porticato nel Castello Angioino.  La mostra è corredata da un bel catalogo e prevede una sezione storica ed una riservata alle nuove proposte, con la partecipazione straordinaria di una rappresentanza di alunni delle scuole elementari.

Purtroppo, con l’uscita dalla scena politica di Spagone, il Porticato ritorna nell’oblio e i sogni e gli ambiziosi obiettivi di Cinisomo e compagni ritornano nel cassetto. Occorre attendere il 1999 perché la Rassegna ritorni alla ribalta grazie al concomitante interessamento del Sindaco Silvio D’amante, del pittore Domenico Favi e della Associazione culturale Novecento, da solo un anno costituita, che proprio nella rinascita del Porticato aveva fissato uno dei propri obiettivi. La rassegna riapre i battenti nella scuola Mazzini in Via Faustina, nel quartiere medievale.

Sulla falsariga dei porticati storici, si disegna l’ XI Edizione, che prevede un premio in denaro di 5 milioni di lire, che viene mantenuto fino alla XIV edizione quando al premio in denaro è eliminato; nella Giuria di premiazione si alternano Giancarlo Isola, Vittorio Moriello, Massimo Perez, Massimiliano Vittori, Francesco Portone, Ennio Calabria, Tiziana Carotelli, Ettore Zocaro, Erminia Mitrano, Giorgio Agnisola e Rosario Pinto. Con la XIII edizione la manifestazione ha uno scatto qualitativo sia per quanto riguarda l’allestimento curato da Elio Mastrobattista sia per l’inserimento di una sezione riservata agli studenti delle Accademie di Belle Arti d’Italia con premi in denaro ai primi tre classificati.

Ma è con la XV edizione che la rassegna assume una veste tutta nuova e articolata. Lascia la Segreteria per motivi di età Domenico Favi e l’organizzazione intera passa all’Associazione Novecento. La Direzione artistica è assegnata alla coppia di critici campani Giorgio Agnisola e Rosario Pinto che aprono la partecipazione a pittori di provata esperienza e qualità e che vede l’esposizione di un gran numero di componenti del Gruppo internazionale MADI. Inoltre, nel voler dare alla manifestazione un taglio scientifico dalla XVI edizione si allestiscono mostre su prospettive artistiche internazionali come Iperrealismo, surrealismo e verbo visive e si scandaglia la storia artistica della città con ricerche monografiche su Armando e Mario Lieto, Saturno Bartolomei,Tommaso Macera e Cosmo Nardella. Sia le prospettive che le ricerche monografiche sono corredate da pubblicazioni.

La Direzione artistica Agnisola/Pinto si protrae fino alla XX Edizione del 2008, quando passa direttamente all’Associazione Culturale Novecento. Dalla XV Edizione del 2003, invece, il Premio in palio per il vincitore della sezione dedicata alla storica collettiva è la medaglia conferita dal Presidente della Repubblica fino al 2015, quando la modifica del regolamento per le adesioni ne interrompe l’assegnazione. Dal 2016 il simbolo del premio diviene la Targa del Comune di Gaeta, con logo ideato nel 2000 per la manifestazione dal compianto Pompeo Cupo.

Nel 2008, con cerimonia solenne, si festeggia il Cinquantenario e la XX edizione nell’Aula consiliare del Municipio, alla presenza di ben cinque Sindaci, di tanti partecipanti e di un folto pubblico affezionato.

Il Concorso per gli studenti delle Accademie si interrompe nel 2001, anno in cui è riservato ai soli studenti di Brera – Milano.  Viene ripreso nel 2015 e riservato alla sola Accademia di Napoli. La speranza che focalizzando l’attenzione su una sola istituzione potesse dare risultati migliori è però delusa: trovare la formula giusta per un efficace coinvolgimento delle istituzioni artistiche e de suoi giovani allievi è il nuovo, difficile, obbiettivo.

Il Porticato riceve una ulteriore spinta qualitativa nel 2006, quando dalla scuola Mazzini si trasferisce negli spazzi confortevoli ed eleganti della Pinacoteca Comunale d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”, da poco costituita e gestita dall’Associazione culturale Novecento e può contare , dalla XXIII edizione del 2011,  sulla professionalità, l’esperienza, la passione e la disponibilità di Marcello Carlino e Sandro Bottoni.

Il Porticato non dimentica mai il proprio passato e gli artisti che in qualche modo hanno dato lustro al territorio con mostre personali di artisti scomparsi e una sezione loro dedicata nel catalogo annuale della rassegna. Dopo la sezione storica del X Porticato, mostre sono state dedicate ai maestri del Novecento gateano come Bartolomei, Macera, M. Lieto, Alfieri, Cibelli, Nardella, Favi, Chinappi, Catanzano, ma anche a pittori  pontini come Purificato, Fabiani, Mastrobattista e Addis Pugliese.

Con gli anni la kermesse artistica gaetana migliora progressivamente la qualità complessiva divenendo sempre più, in un panorama sempre più avaro di occasioni espositive per tanti bravi pittori, un appuntamento annuale atteso nel Territorio ma occasione di visibilità per  tanti artisti provenienti da altre parti  del Paese.

 

Albo d'oro

–  I Edizione (1958)……………………………………….Tommaso Macera – Gaeta
–  II Edizione (1959)………………………………………Cosmo Nardella – Gaeta
–  III Edizione (1960)……………………………………..Mario Cibelli – Gaeta
–  IV Edizione (1961)……………………………………..Manlio Alfieri – Tarquinia
–  V Edizione (1962)………………………………………Mario Cibelli – Gaeta
–  VI Edizione (1963)……………………………………..Cosmo Nardella e Domenico Favi – Gaeta (ex aequo)
–  VII Edizione (1964)…………………………………….Vincenzo Galeone – Grottaglie
–  VIII Edizione (1965)……………………………………Erasmo Ranucci – Gaeta
–  IX Edizione (1966)……………………………………..Vittorio Moriello – Marcianise
–  X Edizione (1991)………………………………………Nessun premio in palio
–  XI Edizione (1999)……………………………………..Normanno Soscia – Itri
–  XII Edizione (2000)…………………………………….Ugo Levita – Acerra
–  XIII Edizione (2001)……………………………………Angelo Marciano – Caserta
–  XIV Edizione (2002)……………………………………Salvatore Bartolomeo – Formia e Antonio Farina – Latina (ex aequo)
–  XV Edizione (2003)…………………………………….Elio Mastrobattista – Fondi
–  XVI Edizione (2004)……………………………………Emilia Isabella – Latina
–  XVII Edizione (2005)…………………………………..Rosario Mazzella – Napoli
–  XVIII Edizione (2006)………………………………….Gianni Guadalaxara – Gaeta
–  XIX Edizione (2007)……………………………………Annalisa Ramondino – Roma
–  XX Edizione (2008)…………………………………….Raffaele D'Anna – Marcianise
–  XXI Edizione (2009)……………………………………Federica Gonnelli – Firenze
–  XXII Edizione (2010)…………………………………..Roberta Ubaldi – Narni
–  XXIII Edizione (2011)………………………………….Francesco Martelli – Latina
–  XXIV Edizione (2012)………………………………….Tito Rossini – Formia
–  XXV Edizione (2013)…………………………………..Maddalena Barletta – Bologna
–  XXVI Edizione (2014)………………………………….Myriam Cappelletti – Prato
–  XXVII Edizione (2015)…………………………………Luigi Marra – Gaeta
–  XXVIII Edizione (2016)………………………………..Giuseppe Modica – Roma

 

Temi assegnati

Dalla I (1958) alla XV  edizione (2003) il tema è stato libero

XVI                         2004                        Alla sera

XVII                        2005                        Il paesaggio

XVIII                       2006                        Il lavoro

XIX                         2007                          Interni

XX                          2008                         Il nudo

XXI                         2009                          Musica e arti visive, rapporto tra due linguaggi universali

XXII                        2010                           L’acqua, come madre, come vita, come viaggio

XXIII                       2011                           Centocinquant’anni di Unità difficile

XXIV                       2012                           Mi ritraggo, oltre la somiglianza

XXV                        2013                           Gaeta, tra storia, mito e attualità

XXVI                       2014                           Dio alla ricerca dell’uomo, dialogo tra arte e fede oggi

XXVII                      2015                            Il muro, confini e sconfinamenti

XXVIII                     2016                            Il vuoto: tra senso e forma

 

Sedi del Porticato Gaetano

1958/1959           (I/II)     Porticato esterno dell’Edificio Scolastico Virgilio – Piazza XIX Maggio

1960/1966           (III/IX)  Edificio Scolastico Virgilio – Piazza XIX Maggio

1991                   (X)    Castello Angioino – Via Angioina   

1999/2005           (XI/XVII)   Edificio Scolastico Mazzini – Via Faustina

Dal 2006              (XVIII) Pinacoteca Comunale – Palazzo San Giacomo – Via De Lieto 

 

Premi in palio per i  vincitori

1958

I

Coppa de Il Mattino di Napoli

1959 

II

Coppa de Il Mattino di Napoli più premio acquisto di £ 25.000

1960    

III

Premio acquisto di £ 50.000

1961 

IV

Premio acquisto di £ 100.000

1962  

V

Premio acquisto di £ 100.000

1963

VI

Premio acquisto di £ 300.000 (Ex aequo)

1964

VII

Premio acquisto in denaro di £ 100.000

1965 

VIII

Premio acquisto in denaro di £ 100.00

1966

IX

Premio acquisto in denaro di £ 60.000 più piatto d’argento del Comune di Gaeta

1991

X

Nessun premio in palio

1999 

XI

Premio acquisto in denaro di £ 5.000.000

2000 

XII

Premio acquisto in denaro di £ 5.000.000

2001

XIII

Premio acquisto in denaro di € 2.500,00

2002

XIV

Premio acquisto in denaro di € 2.500,00 (Ex aequo)

2003/2014 

XV/XXVI

Medaglia del Presidente della Repubblica

2015

XXVII

Targa del Comune di Gaeta

2016

XXVIII 

Trofeo del Comune di Gaeta

 

Giurie di Premiazione

1958      (I)           Presidente: Luigi Aru; Componenti: Pasquale Di Ciaccio; Corrado Farina; Franco Gentilini; Mario Magliozzi; Dante Pignatiello(Segretario); Domenico Purificato

1959      (II)          Presidente: Luigi Aru; Componenti:  Francesco Gentilini; Dante Pignatiello (Segretario); Domenico Purificato; Manlio Sarra; Giuseppe Sciortino

1960      (III)        Presidente: Domenico Purificato; Componenti: Luigi Aru; Angelo Barattolo (su delega di Pasquale Corbo); Mario Costa; Tommaso Macera; Nicola Magliocca;  Manlio Sarra

1961      (IV)        Presidente: Luigi Aru; Componenti: Tommaso Macera; Nicola Magliocca; Domenico Purificato; Manlio Sarra

1962      (V)          Presidente: Luigi Aru; Componenti: Maria Pia Aguglia, Carlo Bernari; Wladimiro di Fava,Tommaso Macera; Giacinto Magliozzi, Domenico Purificato; Manlio Sarra

1963      (VI)        Presidente: Luigi Aru; Componenti: Maria Pia Aguglia, Carlo Bernari; Wladimiro di Fava, Tommaso Macera; Giacinto Magliozzi, Domenico Purificato; Manlio Sarra

1964      (VII)       Presidente: Luigi Aru; Componenti: Maria Pia Aguglia; Carlo Bernari; Giancarlo Isola; Domenico Purificato; Tommaso Macera

1965      (VIII)     Componenti: Carlo Bernari, Aurelio Grasso, Giancarlo Isola, Tommaso Macera, Nicola                                             Magliocca

1966      (IX)        Componenti: Giuseppe Calise; Giorgio Della Bella, Giancarlo Isola, Nicola Magliocca

1999      (XI)        Presidente: Giancarlo Isola; Componenti: Vittorio Moriello; Massimo Perez; Massimiliano Vittori

2000      (XII)       Presidente: Ennio Calabria; Componenti: Giancarlo Isola, Massimo Perez, Francesco Portone, Carlo Picozza, Pasquale Vaudo

2001      (XIII)     Presidente: Ennio Calabria; Componenti: Tiziana Carotelli; Francesco Portone; Ettore                                              Zocaro

2002      (XIV)     Presidente: Francesco Portone; Componenti: Giorgio Agnisola; Domenico Favi; Antonio Lieto; Ida Mitrano; Rosario Pinto

2003      (XV)       Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2004      (XVI)     Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2005      (XVII)    Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2006      (XVIII)    Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2007      (XIX)      Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2008      (XX)      Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2009      (XXI)     Giorgio Agnisola, Rosario Pinto

2010      (XXII)    Giorgio Agnisola, Francesco Capobianco, Antonio Lieto, Vincenzo Lieto        

2011      (XXIII)   Giorgio Agnisola, Marcello Carlino, Antonio Lieto, Vincenzo Lieto

2012      (XXVI)  Presidente: Marcello Carlino – Componenti: Sandro Bottoni, Vincenzo Lieto

2013      (XXV)  Presidente: Marcello Carlino – Componenti: Sandro Bottoni, Vincenzo Lieto

2014      (XXVI)    Presidente: Marcello Carlino – Componenti: Sandro Bottoni, Vincenzo Lieto

2015      (XXVII)   Presidente: Marcello Carlino – Componenti: Sandro Bottoni, Vincenzo Lieto

2016      (XXVIII)   Presidente: Marcello Carlino – Componenti: Sandro Bottoni, Vincenzo Lieto

 

Mostre retrospettive alla memoria

2004      XVI                                       Saturno Bartolomei – Gaeta

2005      XVII                                      Tommaso Macera – Gaeta

2006      XVIII                                      Mostra di opere sul tema del lavoro dei pittori gaetani scomparsi                                                            Saturno Bartolomei; Cosmo Gataleta; Mario Lieto; Tommaso Macera;                                                                                                Erasmo Ranucci

2007      XIX                                        Roberto Fabiani – Latina

2009      XXI                                        Manlio Alfieri – Tarquinia

2010      XXII                                       Domenico Favi – Gaeta

2011      XXIII                                      Addis Pugliese – Latina

2012      XXIV                                      Mario Cibelli e Cosmo Chinappi – Gaeta

2013      XXV                                       Elio Mastrobattista – Fondi

2014      XXVI                                      Mario Lieto – Gaeta

2015      XXVII                                     Tina Catanzano – Gaeta

 

Approfondimenti sull'edizioni

XXVIII Edizione – 2016

XXVII Edizione – 2015

XXVI Edizione – 2014

XXV Edizione –  2013

XXIV Edizione – 2012

XXIII Edizione – 2011

XXII Edizione –  2010

XXI Edizione –  2009

XX Edizione –   2008

XIX Edizione –  2007

XVIII Edizione -2006

XVII Edizione -2005

XVI Edizione – 2004

XV Edizione –  2003

XIV Edizione – 2002

XIII Edizione – 2001

XII Edizione –  2000

XI Edizione  – 1999

X Edizione  –  1991

IX Edizione  – 1966

VIII Edizione -1965

VII Edizione – 1964

VI Edizione –  1963

V Edizione  –  1962

IV Edizione –  1961

III Edizione –  1960

II Edizione –   1959

I Edizione  –   1958